PROGETTO INSTRADIAMO I GIOVANI 2008-Prova pratica di guida

PROGETTO INSTRADIAMO I GIOVANI-Prova pratica di guida

IL PROGETTO
Ultimo giorno di scuola molto particolare per i ragazzi delle scuole medie inferiori e della scuola d'arte di Castelmassa. - Ro
Sabato 7 Giugno oltre 170 alunni hanno accolto l'invito alla manifestazione dedicata alla sicurezza stradale su due ruote ed al corso pratico di guida.
Il Moto Club Big River, con la Federazione Motociclistica Italiana, l'Avis, l' Acat, la Croce azzurra, il Gruppo Altopolesano Elisabetta Patrone con la collaborazione della Polizia Municipale dei comuni di Castelmassa, Ceneselli, Calto, Salara, Bergantino, Melara, hanno realizzato uno splendido progetto che da Febbraio a Novembre ci vedrà protagonisti in moltissime attività locali nella promozione e sensibilizzazione alla educazione e sicurezza stradale.

La scelta del casco
Instradiamo i giovani-progetto "Elisa Ravagnani", dedicato ad una giovane ragazza che ha perso la vita sulla strada, ha sicuramente raggiunto la sua massima funzione educativa proprio sabato.
I ragazzi che hanno appena ottenuto il patentino superando la prova teorica hanno potuto, grazie alla collaborazione dei Presidi degli Istituti coinvolti, cimentarsi nella PROVA PRATICA DI GUIDA, anche se oggi non è ancora prevista dalla legge.
Tutte le organizzazioni del progetto, ritengono che invece sia assolutamente necessario educare, preparare sul campo i ragazzi ed è per questo che ci siamo affidati ad istruttori Federali abilitati dal Dipartimento della Sicurezza Stradale della Fmi ed al collaudato Staff degli amici del M.C. Spinea - Ve.
I ragazzi hanno imparato a conoscere e valutare i sistemi di protezione individuale (caschi, paraschiena, guanti, stivali ecc.), hanno potuto verificare il loro campo visivo ed i temi di reazione tramite un test computerizzato, hanno avuto un primo approccio statico e dinamico con i ciclomotori ed, infine, hanno potuto cimentarsi attivamente alle tecniche di guida ed alla applicazione pratica seguiti passo- passo dai tecnici nel rispetto anche delle norme del codice della strada, sul campo scuola provvisorio allestito nella piazza principale di Castelmassa.

IL PERCORSO
Hanno inoltre potuto conoscere, discutere e chiarire alcune norme con la Polizia Municipale avviando al contempo un dialogo che permetta ai più scalmanati di capire il ruolo e gli obbiettivi del lavoro degli Agenti, sulla strada per la prevenzione e la sicurezza.
La Croce Azzurra ha spiegato ai ragazzi come si devono comportare nel caso in cui un loro amico rimanga coinvolto o in qualche modo si assista ad un incidente, soprattutto cosa possiamo fare e cosa dobbiamo evitare.
La parte più spettacolare, che ha lasciato un segno particolare del programma è senz'altro stata la dimostrazione delle varie tipologie di frenate, le soluzioni nelle emergenza in situazioni impegnative e di pericolo, messa in pratica da un istruttore abilitato di guida sicura che si è anche prestato alla simulazione di una caduta con la successiva attivazione del soccorso e l’ intervento del personale paramedico e della Polizia accorsi con l’ ambulanza e mezzi di servizio assistenza..
Molta soddisfazione abbiamo letto negli occhi e nelle parole delle Autorità Locali, presenti ben tre Sindaci, che ci hanno rinnovato il loro appoggio per future iniziative così socialmente utili.

PRIMI PASSI
Il progetto, che ricordiamo è promosso dal CSV di Rovigo, ci vedrà ancora presenti nell'attività di promozione e sensibilizzazione in molte fiere locali fino al grande epilogo di Massa in Moto a Novembre.

Write a Comment

Rispondi